Specchio specchio delle mie brame..

Amare il proprio corpo non è facile, temo impossibile, ma amare se stessi va oltre ogni difetto.

Ho sempre visto alla tv o in giro ragazze dal corpo perfetto ed ogni volta che mi guardavo allo specchio non mi piaceva nulla di ciò che vedevo, ero arrivata a pesare 125 chili circa e la cosa peggiore è che li per li non mi rendevo nemmeno conto di quanti fossero, vedevo ragazze più magre ma poi tutto sommato mi rendevo conto di non essere ne depressa ne triste e quindi accettavo quei chili in più.

Cominciai a rendermi conto che non mi piacevo quando smisi di fare shopping, un leggins e la maglia più larga che avevo andava bene a prescindere purché fossero neri perché si sa, il nero snellisce. prima e dopo

Amare il proprio corpo non è facile, temo impossibile, ma modificarlo è possibile seppur difficile. Decisi di smettere di far finta di niente; non sono una di quelle che segue mille diete, non sono mai riuscita a farlo. In realtà basta modificare l’idea di alimentazione che si ha nella testa, ma per farlo bisogna rivolgersi ad un nutrizionista e per quanto possa creare disagio spogliarsi davanti a lui, sentirsi dire in faccia che il tuo peso è nella fascia di “obesità avanzata”.Obesità avanzata. O-B-E-S-I-T-A’   A-V-A-N-Z-A-T-A. Un colpo al cuore. Ti vergogni, ti senti brutta e tutte le motivazioni che puoi avere per essere arrivata a quel peso ora non contano più.

OBBIETTIVO: Diventare Belen Rodriguez. (vabbè più o meno dai……… all’incirca. )

Amare il proprio corpo non è facile, temo impossibile, ma con 30 chili in meno e la consapevolezza che la forchetta ed il calice di vino sono ancora i miei migliori amici, lo rende decisamente possibile.

Ho ancora tanta strada da fare e i miei chili di troppo li ho ancora; img_2887ma sapete cosa? mi piaccio.

So di aver rallentato un po’ e mollato un po’ il colpo. Per problemi fisici ho dovuto smettere di allenarmi e ho ricominciato per bene solo da un mese ma ora adoro fare shopping. Mi sveglio la mattina e mi piace scegliere cosa mettere e non per forza qualcosa di super largo anche se ammetto che ancora mi piacciono quei maglioni dove ci navighi dentro perché mi danno un senso di protezione e ammetto che non abbandonerò mai il mio adorato nero nonostante il mio maglioncino giallo canarino ogni tanto appaia dai meandri dell’armadio.

No, volevo dirvi anche che non sono diventata come Belen Rodriguez; domattina controllerò di nuovo.

Abbiate il coraggio di mostrare il vostro corpo e se non vi piace alzate il culo e cambiatelo. Basta poco, io non ho rinunciato al piacere di andare a cena fuori o a bermi una buona bottiglia di vino; e sì, ci sono giorni in cui la voglia di un hamburger o di sushi è più forte della voglia di petto di pollo e senza troppo sentirmi in colpa.

L’importante credo non sia quell’hamburger mangiato perché si può sempre cedere ad una voglia senza esagerare o senza abbuffarsi, l’importante è ciò che fai dopo, rimetterti in riga e non colpevolizzarti per tutti quei grassi ingeriti. Forse ci metterò più tempo di quanto quel nutrizionista aveva preventivato, però sono sicura che arriverò al mio obbiettivo.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...